logotype
image1 image1 image1

La Fondazione Giorgio Gaber nasce nel 2006, proseguendo nell'attivita' svolta dall'omonima Associazione Culturale costituitasi all'indomani della scomparsa dell'artista. Gli obiettivi principali della Fondazione sono la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell'opera dell'artista rivolta in particolare alle fasce di pubblico piu' giovane.

La Dentiera

 

Testo La Dentiera - 1973/1974

 

La dentiera. Storia seria, non si ride. La stanza è buia, ci sono già stato, strano, la stanza di un malato cambia, le cose le bottiglie, trovano sempre non si sa bene come, la forza di invecchiare. C’è una specie di morte in tutto, ma allegra, leggera. Sto morendo, ripete lui, con calma però. Mi dispiace per il cavedano. Il cavedano, bel pesce eh, quando sei lì che abbocca non abbocca, una volta un pensiero del genere mi aveva messo un senso di colpa, come sono maturato. 
Sto morendo, ripete lui, sempre con calma, è già tardi, io devo essere sul lago prima delle sette, il cavedano mangia solo dalle sette alle otto. Per fortuna che giù in macchina ciò già le canne e i vermi. Una volta, quando vedevo uno che moriva mi commuovevo, “vedrai andremo con la barca dove il mare è alto in mezzo ai pescecani, vedrai” Non lo posso mica portare in mezzo ai pescecani. Lui muore, e già che son qui mi metto a pensare, non a lui, alla morte in genere, cioè, come deve morire uno per essere giusto? Giusto col suo personaggio, e allora mi vedo davanti, Francesca Bertini, attaccata alle tende, con la tosse, tisica. Giusto. Henry Miller, cancro, perfetto. E, e Albertazzi, tutto bianco, anziano, a Chianciano. E Nazzari, si Amedeo Nazzari, mentre fa un carosello tutto contornato da giovani, e allora ragazzi, Pino silvestre si una doccia, basta una doccia, pum. E Fellini, Federico Fellini si, il fuoco di Sant’Antonio. Tutto pieno di pus di foruncoli, bello. Giusto. E La Malfa, dissenteria. E Roberspierre, Erasmo da Rotterdam, Hitler, saranno morti giusti? La gente riesce a fregarti anche nel modo di morire, tz tz, non ho mica le idee chiare sulla morte. Sul cavedano si. Certe moschine, zic. Macché lui non si decide, tuttavia l’aria, l’aria ci rientra maledizione. Intanto dietro la porta la moglie ci sta spiando, la conosco bene quella lì. Una roba che avrei voglia di andare lì e farle, pum. Lei mi fa:  “bisognerebbe che gli facesse togliere la dentiera, disturba la respirazione” generosa a volte. “ Ma non è meglio che glielo dica lei?” “ No no, per carità” mi risponde, “ da trent’anni so che porta la dentiera, ma non ha mai voluto dirmelo. Lui non sa che io so”. Rientro piano nella stanza, mi accosto al letto gli consiglio di toglierla. con l’ultimo fiato mi risponde: “non ho mai avuto la dentiera”. Civetteria. Si è artisti con quel che si trova. Intanto nel corridoio la moglie è furente, mi rimprovera per la dentiera come se fosse per colpa mia, “era d’oro era d’oro lo so io quanto l’aveva pagata. Impalcatura avvitamenti articolazioni perfette, collegamenti lamelle finissime d’oro di platino, stupenda preziosa eccezionale, non ne fanno più così.” Una bella grana. Non sono riuscito a levargliela, sto quasi per ritentare ma lui rantola, agonizza, sta per chiudere gli occhi. E’ finito, finito. Temperatura, trentanove e sette. Pulsazioni, centodue. Pressione, sessanta. Umidità relativa sessantasette e cinquantadue %. E’ tardi, è tardi. Il cavedano ormai.

 

Dall'album Far Finta Di Essere Sani - tracce:

 

Far Finta Di Essere Sani 1973/1974 

PRIMO TEMPO

  1. Introduzione
  2. Far Finta Di Essere Sani
  3. La Natura
  4. Cerco Un Gesto Naturale
  5. La Famiglia (prosa)
  6. La Comune
  7. Algebra
  8. Lo Shampoo
  9. Le Palline (prosa)
  10. Il Dente Della Conoscenza
  11. L'impotenza
  12. E' Sabato
  13. Il Narciso
  14. La Dentiera
  15. Dall'Altra Parte del Cancello

 

SECONDO TEMPO

  1. Le Marcie Dei Colitici
  2. Le Caselle (prosa)
  3. Un'Emozione
  4. Un'Idea (1973/1974)
  5. Oh Mama!
  6. L'Elastico
  7. Gli Omini (prosa)
  8. La Presa Del Potere (1973/1974)
  9. Quello Che Perde i Pezzi
  10. E Giuseppe? (prosa)
  11. Chiedo Scusa Se Parlo Di Maria
  12. Il Muro (prosa)
  13. La Libertà
  14. La Nave
  15. Finale (prosa)
  16. Al Bar Casablanca (bis)

 

Joomla SEF URLs by Artio

CONTATTI:

Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano (mappa)

Tel: 02 202334

Email: info@giorgiogaber.it

LINKS:

You Tube Facebook

My Space Twitter

SEZIONI:

Harari

Copyright 2015 - Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano

Sviluppo web - sviluppo sito web

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per avere maggiori informazioni riguardo ai cookie consulta la nostra Cookie Policy.Accetta