logotype
image1 image1 image1

La Fondazione Giorgio Gaber nasce nel 2006, proseguendo nell'attivita' svolta dall'omonima Associazione Culturale costituitasi all'indomani della scomparsa dell'artista. Gli obiettivi principali della Fondazione sono la divulgazione e la valorizzazione della figura e dell'opera dell'artista rivolta in particolare alle fasce di pubblico piu' giovane.

News

Le novità dalla Fondazione

 

IL MIO AMICO GIORGIO GABER

GIAN PIERO ALLOISIO E GIANNI MARTINI

CASTELNUOVO DI GARFAGNANA | SABATO 18 NOVEMBRE ORE 21

TEATRO ALFIERI


Un incontro-spettacolo, in programma il prossimo sabato 18 novembre al Teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana nell’ambito della rassegna La bella estate… d’inverno, dedicato al grande artista italiano di e con Gian Piero Alloisio e l'accompagnamento musicale di Gianni Martini. Evento musicale e teatrale tratto dall’omonimo libro di Alloisio pubblicato da Utet, in cui l'autore racconta, a partire dall’infanzia a Oregina, le circostanze che lo portarono a lavorare con Gaber e a conoscerlo, non solo come artista ma anche come persona.

Presenti sul palco, prima dell’esibizione di Gian Piero Alloisio e di Gianni Martini, Andrea Tagliasacchi, Sindaco di Castelnuovo Garfagnana e primo fondamentale sostenitore del Festival Gaber, Paolo Dal Bon, Presidente della Fondazione Gaber, e Fabrizio Diolaiuti per una riflessione sulla figura e l’opera dell’artista e del suo legame con la Toscana.

Ingresso libero.

 

Leggi tutto: IL MIO AMICO GIORGIO GABER

VARIAZIONI G

DAL TEATRO CANZONE AL TEATRO CORPOREO

CON LA COMPAGNIA "LIBERA...MENTE" DEL CENTRO DIURNO DI TONARA

SORGONO | VENERDI' 10 NOVEMBRE ORE 18

TEATRO COMUNALE DI SORGONO

La fantasia è uno spazio in cui tutti si possono incontrare, liberi dagli schemi e dalle convenzioni, leggeri e volubili come il pensiero che si apre tra le ali di un volo.

Torna in scena il prossimo venerdì 10 novembre alle ore 18, al Teatro Comunale di SorgonoVariazioni G. Dal teatro canzone al teatro corporeo, lo spettacolo già presentato con successo a Tonara dagli utenti e dagli operatori del Centro Diurno di Tonara, (struttura riabilitativa psichiatrica che fa capo al Centro di Salute Mentale di Sorgono), imperniato sul confronto con la genialità, la voglia di libertà, l'ironia e l'anticonformismo, la rottura degli schemi anche mentali che caratterizzano e sono tipici dell'opera di Giorgio Gaber.

Al termine dello spettacolo interverrà Paolo Dal Bon, presidente della Fondazione Gaber, storico e stretto collaboratore di Giorgio Gaber.

La collaborazione con la Cooperativa sociale “Entula” e il Comune di Tonara (che ha patrocinato l'iniziativa), ha sortito il suo effetto. “Variazioni G. – Dal teatro canzone al teatro corporeo” è l’atto conclusivo di un laboratorio è stato portato avanti dal regista teatrale Andrea Meloni, in collaborazione con l'aiuto – regista Sabina Mascia, che da diversi decenni si occupa del teatro sociale e riabilitativo sia in campo regionale che nazionale.

Secondo Andrea Meloni la scelta di impiegare l'opera di Gaber nell'ambito della salute mentale è risultata particolarmente adeguata al bisogno di fare teatro impegnato ed accogliere processi artistici di individuazione e trasformazione.

Leggi tutto: VARIAZIONI G

FAR FINTA DI ESSERE G

dall'8 al 12 novembre

Teatro Leonardo - Milano

 con Lorenzo Scuda, Davide Calabrese degli Oblivion

testi G. Gaber, S. Luporini, D. Calabrese, L. Scuda

consulenza registica Giorgio Gallione

produzione Manifatture Teatrali Milanesi

in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber e Suomi Produzioni

“Far finta di essere G …” è l’omaggio al lavoro di Giorgio Gaber e Sandro Luporini che Davide Calabrese e Lorenzo Scuda portano in scena, da molti anni, in tutte le piazze e i teatri d’Italia, recentemente riallestito e rinnovato completamente. Scuda e Calabrese, componenti e autori degli Oblivion, interpretano con splendido affiatamento alcuni dei più grandi successi di Gaber e Luporini. Nella performance, musica e teatro si fondono in un solo linguaggio dove il musicista è il partner scenico dell’attore e l’attore fondamento della struttura musicale. Uno spettacolo che riproduce il giusto mix fra una rilettura personale dei testi gaberiani e un tributo alla perfezione scenico-musicale delle sue opere più belle. Un’ora e mezzo (bis esclusi…) di divertimento e riflessione allo stesso tempo, con quell’equilibrio fra dolce e amaro tipico della condizione dell’uomo moderno che nessuno ha mai saputo esprimere con tanta efficacia come l’indimenticato e inimitabile Giorgio Gaber.

Per info e biglietti: http://www.mtmteatro.it/stagione-2017-2018/

Leggi tutto: FAR FINTA DI ESSERE G

CIAO DOLLY

Anima della Fondazione, amica intima e fondamentale collaboratrice di Giorgio durante tutta la sua carriera teatrale.

Dalia Gaberscik e il Presidente Paolo Dal Bon la ricordano con la più viva e intensa gratitudine per i tanti anni trascorsi insieme, sempre al servizio del suo amato teatro, della musica, della cultura e della bellezza.

Per i tanti che la amavano, “Dolly” è sempre stata motivo di ispirazione: l’ambizione alla grandezza, il pensiero indipendente, l’ironica irriverenza unita ad una sottile dolcezza hanno conquistato chiunque l’abbia conosciuta.

Da parte di tutta la Goigest e della Fondazione Gaber,

GRAZIE DOLLY, di tutto.

Saluteremo Dolly lunedì 16 ottobre alle 14.30 davanti al Piccolo Teatro Grassi (via Rovello 2, Milano).

 

IL MIO AMICO GIORGIO GABER

di Gianpiero Alloisio

Tributo affettuoso a un uomo non superficiale

«Dopo gli anni di Radio Alice ci furono i cosiddetti anni di piombo e io», ricorda Gian Piero Alloisio, «mentre Francesco De Gregori cantava che i suoi amici erano tutti in galera, per non finire tra gli amici di De Gregori, mi rifugiai in via Frescobaldi a Milano, a casa di Giorgio Gaber.»

Quando arriva a Milano, Alloisio è un giovane autore promettente, può vantare collaborazioni con Guccini, album, concerti, e uno spettacolo teatrale. Sottobraccio tiene un nuovo testo: Ultimi viaggi di Gulliver. Gaber, che per tutti è già il Signor G., rimane colpito da quel ragazzo dal pensiero veloce, ne intravede il talento, definisce l’opera «una tesi di laurea in drammaturgia», un possibile esempio di teatro-canzone collettivo “in stile Gaber”. Inizia così una collaborazione che si svilupperà per oltre un decennio, in una Milano dal doppio volto: da un lato la città forgiata dal boom economico, tutta locali scintillanti, champagne, starlette e ricchi imprenditori venuti fuori dal nulla; dall’altra il rifugio di un’intera generazione di intellettuali, cantanti, attori: Dario Fo e Franca Rame continuano a misurare il perbenismo degli italiani nelle loro commedie, Gabriele Salvatores comincia ad affermarsi come regista, sul palco del Derby Enzo Jannacci si alterna con una nuova classe di giovani comici capitanata da Diego Abatantuono.

 "Il mio amicio Giorgio Gaber" è disponibile anche in versione e-book.

Per acquistarlo clicca qui

Leggi tutto: IL MIO AMICO GIORGIO GABER

GABER GABER - LIBERO COME UN UOMO

Nell'ambito del prestigioso 69° Prix Italia - Festival internazionale di radio, tv e web, Rai Teche propone, grazie ad uno scrupoloso lavoro di ricerca di archivio, un ritratto inedito del Signor G ripercorrendo la sua “doppia” carriera: la prima parte, in cui diviene presto un divo della televisione (nonostante la sua natura di autore non commerciale) e poi la seconda, quando dal 1970 al 1983 scompare dai teleschermi e si dedica esclusivamente al “teatro canzone”. Del decennio durante il quale Gaber ha lavorato in Rai, il cantautore ha sempre ricordato la professionalità, lo spessore e il grande lavoro che caratterizzava la TV di Stato. Nonostante dal 1970 Giorgio Gaber avesse intrapreso un percorso artistico diverso e lontano dal piccolo schermo, non ha mai rinnegato quel periodo di intensa popolarità televisiva.

CLICCA QUI PER VEDERE "GABER GABER: LIBERO COME UN UOMO"

Una produzione RAI TECHE - regia di Luca Rea - collaborazione di Andrea Di Consoli - durata: 50‘ 

Leggi tutto: GABER GABER - LIBERO COME UN UOMO

FESTIVAL GABER 2017

Grande successo per il Festival Gaber

oltre 30.000 presenze

per 27 appuntamenti in otto comuni toscani

La quattordicesima edizione si è conclusa martedì 1 agosto

Con l’Incontro-Spettacolo Gaber e i cantautori, a cura di Giulio Casale a Montecatini, si è conclusa l’1 agosto la lunga serie di appuntamenti nella programmazione della quattordicesima edizione del Festival Gaber.

Fortemente voluto e promosso dal Comune di Camaiore, che ha ospitato tredici serate dell’intero Festival, anche quest’anno, con il sostegno della Regione Toscana, ha entusiasticamente fatto seguito l’ adesione di altri sette Comuni, per un totale di ventisette applauditissimi eventi.

“Dare continuità al messaggio senza tempo di Giorgio Gaber, portando le sue parole, i suoi pensieri tra la gente è una grandissima soddisfazione; farlo attraverso un percorso di tredici serate gratuite, tra musica e risate, con uno straordinario successo di pubblico lo è ancor di più. Il Festival ha saputo nel tempo cambiare pelle, portando nelle ultime due annate grandi protagonisti della scena musicale italiana in Piazza San Bernardino” – afferma il Sindaco del Comune di Camaiore Alessandro Del Dotto “I miei sentiti ringraziamenti vanno alla Fondazione Gaber e a tutti quanti abbiano dato il proprio contributo al raggiungimento di questo risultato. Non vogliamo però adagiarci sugli allori, ma iniziare subito a pensare all’edizione 2018, quella del quindicinale dalla scomparsa di Giorgio Gaber, per preparare qualcosa di speciale.”

Da Pistoia a Prato, da Montecatini a Stazzema, da Livorno a Camaiore, da Vecchiano a Marciana Marina, le storiche piazze, i giardini, le fortezze, i parchi, i cortili e la mitica rotonda sul mare a Marina di Vecchiano, sono stati invasi da un pubblico festoso all’insegna di un divertimento culturalmente intelligente, con lunghi applausi nel nome e nel ricordo del Signor G.

Sull’onda del successo della passata edizione, per il secondo anno consecutivo, il Comune di Marciana Marina all’Isola d’Elba ha voluto rinnovare la propria adesione al Festival con una minirassegna di cinque serate nella bella piazza della Chiesa.

Anche il Comune di Montecatini Terme, rispetto alla passata edizione, ha ampliato la programmazione a tre appuntamenti, in un tripudio di curiosità, ilarità e spettacolarità presso le suggestive Terme Tamerici.

La Fondazione Gaber ringrazia tutti gli artisti, i comici, i cantanti, gli intrattenitori, i musicisti, Paolo Dal Bon e Lorenzo Luporini, che con le loro provocazioni hanno arricchito e deliziato le platee rivelando inediti aspetti umani e personali degli ospiti di questa edizione.

FESTIVAL GABER 2017

GIULIO CASALE

in "GABER E I CANTAUTORI"

INCONTRO - SPETTACOLO

MONTECATINI TERME | MARTEDI' 1 AGOSTO, ORE 21.15

Dopo la singolare apertura con il successo di Montecatini Noir e il divertente incontro con Dario Vergassola, Montecatini Terme conclude martedì 1 agosto i 3 appuntamenti del Festival Gaber nella splendida cornice delle Terme Tamerici. Protagonista della serata sarà Giulio Casale con “Gaber e i cantautori”.

Straordinario interprete gaberiano, il più accreditato dalla Fondazione Gaber a divulgare il grande messaggio del Signor G, si esibirà in un Incontro – Spettacolo che vedrà l’alternanza di un breve dialogo con Paolo Dal Bon sul mondo del cantautorato italiano a momenti musicali con esibizioni dal vivo di brani tratti dal repertorio dei più noti cantautori italiani, fra i quali De Gregori, De André, Guccini e Tenco.

Giulio Casale, artista poliedrico ed eclettico, è attore di teatro, musicista, scrittore e, nella sua ampia carriera, ha ricevuto molti premi e riconoscimenti, tra cui due premi Lunezia.

L’ingresso è libero.

FESTIVAL GABER 2017

LORENZO SCUDA E DAVIDE CALABRESE DEGI OBLIVION

LIVORNO | DOMENICA 30 LUGLIO, ORE 22

in FAR FINTA DI ESSERE G

Domenica 30 luglio sul palcoscenico del Parco della Cisterna alla Fortezza Vecchia di Livorno, alle ore 22, andrà in scena lo spettacolo “Far finta di essere G” con Lorenzo Scuda e Davide Calabrese degli Oblivion.

Lo spettacolo rappresenta per il terzo anno consecutivo la scelta della Fondazione Gaber, entusiasticamente condivisa dal Comune di Livorno, di onorare al meglio la conclusione della manifestazione cittadina “Effetto Venezia”.

“Far finta di essere G” è un divertente excursus di ampia parte della produzione musicale e teatrale del Signor G., comprese le prime vecchie canzonette che poco sembrano avere a che fare con l’impegno e il teatro canzone, ma senza le quali la comprensione del percorso artistico di Gaber sarebbe mutilata, parziale. Un omaggio fatto con il cuore che esalta le doti dei due principali mattatori del gruppo Oblivion.

La follia giullaresca del duo compone e scompone tanta parte del repertorio gaberiano in un gioco teatrale dai risvolti continuamente inaspettati, massimo esempio di come una macchina scenica perfetta può segnare i confini fra l’intrattenimento leggero e il teatro d’autore.

Ingresso libero.

FESTIVAL GABER 2017

NINA ZILLI

CAMAIORE | VENERDI' 30 LUGLIO, ORE 21

INCONTRO - SPETTACOLO

Domenica 30 luglio alle ore 21, nella Piazza San Bernardino a Camaiore arriverà la cantante Nina Zilli a chiudere la fitta serie degli appuntamenti del Festival Gaber, che il Comune Toscano ha programmato per il quarto anno consecutivo, in onore dell’artista che ha soggiornato lunghe estati nella collinetta appena sopra Camaiore.

Nina Zilli, ospite per la prima volta al Festival, incalzata dal Presidente della Fondazione Gaber, Paolo Dal Bon, racconterà, con chiacchiere in libertà, la sua carriera e commenterà alcuni filmati del repertorio del Signor G. Durante l’incontro non mancheranno alcuni momenti live con un suggestivo set in cui l’artista emiliana delizierà la platea con il suo inconfondibile soul. La Zilli ha debuttato nel panorama musicale italiano nel 2009 con il brano 50mila. Ha al suo attivo tre partecipazioni al Festival di Sanremo, una partecipazione all’Eurovision Song Contest, ha conquistato numerosi premi e riconoscimenti e recentemente ha affiancato alla carriera musicale anche la carriera televisiva come giudice del programma Italia’s got talent.

Ingresso libero.

Joomla SEF URLs by Artio

CONTATTI:

Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano (mappa)

Tel: 02 202334

Email: info@giorgiogaber.it

LINKS:

You Tube Facebook

My Space Twitter

SEZIONI:

Harari

Copyright 2015 - Fondazione Giorgio Gaber - Piazza Aspromonte, 26 - 20131 Milano

Sviluppo web - sviluppo sito web

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy. Per avere maggiori informazioni riguardo ai cookie consulta la nostra Cookie Policy.Accetta